ANNUNCI E VARIE | giovedì 14 dicembre 2017 18:10

Cerca nel web

ANNUNCI E VARIE | giovedì 13 marzo 2014, 15:18

Venerdì 14 marzo, ore 17.30 Sala Conferenze CTG Verona, Santa Maria in Chiavica, 7

PRESENTAZIONE DEL LIBRO: “L’ultimo testimone”, a cura di Andrea Romoli

Venerdì 14 marzo, alle ore 17.30, presso la Sala Conferenze CTG Verona, sede dell’ex Chiesa di Santa Maria in Chiavica, si terrà la presentazione del libro L’ultimo testimone - Storia dell’agente segreto Sergio Cionci e degli istriani nella Guerra Fredda, a cura del giornalista RAI Andrea Romoli. Al dibattito, moderato dall’assessore all’Edilizia del Comune di Verona e presidente dell’Associazione Magna Carta Verona, Stefano Casali, interverranno, oltre all’autore, lo storico Giuseppe Parlato, professore di Storia contemporanea all’Università degli Studi Internazionali di Roma (Unint), Davide Rossi, docente di Storia del diritto medievale e moderno all’Università di Trieste, Federico Giorgio Siboni, membro del Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata (CDM) e di Coordinamento Adriatico, e l’avvocato Francesca Briani, Presidente del Comitato di Verona dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD).

 

Il libro. Se le testimonianze su carta della vita di spie, agenti segreti e membri dei servizi segreti sono davvero rare, ancora meno sono i volumi dedicati alle attività di intelligence svolte lungo il confine orientale nel corso della guerra fredda. L’autore colma questo vuoto di analisi e documentazione storica raccogliendo memorie, ricordi e aneddoti sulla vita di Sergio Cionci, agente dei servizi segreti italiani tra la fine degli anni quaranta e l’inizio dei cinquanta. Polesano, ex combattente della Guerra di liberazione, si arruola come spia dopo l’esodo, per reazione ai torti subiti dalla sua gente. A novantatre anni, dopo avere nascosto il proprio passato per tutta una vita, riapre i cassetti della memoria, permettendoci di vedere le vicende del confine orientale secondo una luce completamente diversa. Scopriamo, per esempio, che molti esuli Istriani cercarono di combattere una guerra segreta per rovesciare il regime titino. O che i servizi segreti americani, inglesi e italiani collaborarono con gli Jugoslavi in funzione antisovietica. Sergio Cionci e Andrea Romoli, a distanza di settanta anni, ci regalano uno spaccato di storia che altrimenti sarebbe andata perduta per sempre.

 

L’autore. Andrea Romoli, goriziano classe 1968, laureato in giurisprudenza, è giornalista RAI, corrispondente per il Friuli Venezia Giulia. In servizio con la brigata Julia, è stato impiegato in qualità di giornalista militare nelle basi operative in Albania, Macedonia, Bosnia. Nel 2002 ha vinto il Premio giornalistico internazionale Giovannino Guareschi.

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore