ECONOMIA VERONESE | giovedì 17 aprile 2014 09:15

Ricerca

ECONOMIA VERONESE | martedì 14 agosto 2012, 08:04

Il Museo Nicolis e il Comune di Villafranca - insieme per la Cultura accessibile a tutti

Condividi |  

Una sinergia tra Istituzione Pubblica e Privato a favore delle famiglie del territorio. Da sempe il Museo Nicolis porta avanti tra i suoi valori quello della condivisione con il territorio, del patrimonio storico che espone , lo stesso fondatore Luciano Nicolis era solito ricordare che "noi tutti non siamo i proprietari di ció che abbiamo, ma ne siamo i custodi per il futuro".

OROLOGIO A CASTELLO

Su questa filosofia e grazie al dialogo proattivo con il Comune di Villafranca è nato un progetto di valorizzazione culturale a favore di tutti gli abitanti del comprensorio villafranchese (circa 33.000).

 

E ' stata stiupulata una convenzione per rendere accessibile la Cultura a tutte le famiglie villafranchesi ad una cifra simbolica di euro 2 anzichè euro 10, tutti i ragazzi da 0 a 18 anni entreranno gratuitamente.

 

Per usufruire di questa agevolazione è sufficiente presentare un documento d'identità alla reception.

 

L'intento è in primis quello di offrire a tutti l'opportunità di trascorrere qualche ora in famiglia in un incredibile "viaggio nel tempo", alla riscoperta di alcuni dei valori fondati del nostro Paese quali: design, manifattura, artigianato, ingegno dell'uomo dell'ultimo secolo applicato a ben 7 collezioni, anche per ricordare ai piú giovani la centralità dell'uomo nel processo di modernizzazione dell'Italia sottolineando quanto creatività ed innovazione abbiano sempre contraddistinto le grandi scoperte.

 

Il Museo Nicolis è una realtà consolidata a livello europeo ed attrae nel territorio villafranchese migliaia di visitatori l’anno di tutte le nazionalità.

 

Riconosciuto per la quantità, la qualità dei pezzi esposti e per la completezza delle collezioni (centinaia di opere esposte tra auto, moto, bici, macchine fotografiche, macchine per scrivere, strumenti musicali, memorabilia, velivoli militari e molto di piú..) viene sempre più definito dalla critica come un’incredibile passeggiata nel ‘900.

 

Potrete ammirare la leggendaria Lancia Astura del 1938 arrivata 4° alla Mille Miglia di quest’anno, la coppa Vanderbilt, 70 Kg d’argento creata dall’estro di Cartier e vinta da Tazio Nuvolari nel ’36 a Long Island (NY), la prima bicicletta ed il primo motore a scoppio di benzina della storia, bauli, trousse da viaggio e abiti d’epoca, strumenti musicali macchine per scrivere e fotografiche e moltissimi oggetti introvabili disposti lungo un percorso espositivo lungo quasi un Kilometro.

 

 

 

Oltre alle collezioni permanenti del Nicolis, è possibile ammirare anche l'antico orologio della torre del castello di Villafranca ripotato al suo splendori dopo un lungo restauro durato quasi due anni. Presentato al Museo Nicolis dal Sindaco Mario Faccioli e dall’assessore alla cultura Maria Cordioli, l’opera è il risultato degli sforzi e della passione dell'associazione nazionale Fanti – sezione locale - rappresentata da Luciano Bresaola e resterà nel prestigioso museo fondato da Luciano Nicolis fino all’apertura al pubblico del Museo del Risorgimento dove l’orologio troverà dimora definitiva.

 

 

 

 

 

 

 

 

In Breve

mercoledì 16 aprile
martedì 15 aprile
lunedì 14 aprile
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore