ECONOMIA VERONESE | giovedì 24 aprile 2014 07:48

Ricerca

ECONOMIA VERONESE | martedì 17 luglio 2012, 09:06

Studiare, programmare e risparmiare l’utilizzo del territorio. A Verona il convegno “Economia e rete del produrre”.

Condividi |  

Il 16 luglio 2012, nella straordinaria cornice della Loggia di Fra’ Giocondo, a Verona, un convegno ad hoc ha esaminato a fondo i problemi derivanti dallo sviluppo economico, necessario e non limitabile, e dal corrispondente utilizzo di aree verdi, per dare spazio agli edifici che lo possano ospitare. Il fatto è che ambedue i settori hanno le loro esigenze, che non possono assolutamente venire trascurate, ma che devono essere attentamente studiate, esaminate, per garantire l’evoluzione dell’impresa e, al tempo, il rispetto del verde stesso.

Basta recarsi a Venezia in treno, per semplice esempio – la cosa capita al sottoscritto di tanto in tanto – ed avendo dal treno stesso una visione più ampia del territorio, di quanto ne permetta un percorso in autostrada, si nota, durante ogni nuovo viaggio, che sempre più “fabbricate” sono le aree, che si presentano ai lati della ferrovia stessa. La cosa consola, perché l’imprenditoria, in tempi così difficili, come gli attuali, continua ad vere il coraggio, la grinta di progredire, ma spiace notare che le aree verdi si trasformino in aree cementate, a danno del territorio. Territorio, che è vita, salute e, se maltrattato, danno enorme per la comunità, come recenti esempi dimostrano.

Durante il Convegno veronese – onorato dalla presenza di Autorità regionali, provinciali e comunali, nonché di rappresentanti di Associazioni economiche e per la tutela dell’ambiente del Veneto – è emersa la buona volontà e l’unità d’intenti – ottima cosa! – di tutti, di lavorare sinergicamente alla ricerca di soluzione valide, attraverso colloquio e fattiva collaborazione, alla luce del Piano Territoriale Regionale di Coordinamento del Veneto – PTRC, voluto dal D.G.R.372/2009.

Durante il convegno, sono emerse le seguenti considerazioni: – sviluppo sostenibile al massimo, nei confronti del territorio; – importantissimo il contatto della Regione Veneto con le rappresentanze del territorio, prima di prendere decisioni in merito; – il territorio, infatti, richiede una buona, accorta e condivisa pianificazione, tenendo conto che – se un Piano Regionale per il territorio c’è da qualche anno, questo va rivisto ed aggiornato, come richiedono il moderno ed i tempi; – ciò, in diretto contatto con l’economia, visto che tutela del territorio e del paesaggio, di pianura e di montagna, significano anche rispetto del cittadino e tutela della produzione; – in tale quadro è di rilevante importanza la citata collaborazione fra legislatore e privato, onde trovare la soluzione, che non sia solo frutto di compromesso, ma sia mirata a beneficio della comunità, che nel territorio vive e che, con i consumi, contribuisce al bene dell’impresa, a sua volta, creatrice di lavoro e di ricchezza.

Un ulteriore convegno su tali importanti temi e dal titolo “La pianificazione paesaggistica nel PTRC” si terrà il 23 luglio 2012 dalle ore 9,00, presso Villa Widmann, via Nazionale 420, Mira, Venezia. Info: 041 279 28 28 o www.ptrc.it. Con l’occasione, si potrà visitare la Mostra-concorso fotografico “Paesaggio Veneto: luoghi, persone e prospettive”, presso la sede della Biblioteca comunale di Oriago, Mira, via Venezia 171.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pierantonio Braggio

In Breve

mercoledì 23 aprile
martedì 22 aprile
(h. 14:30)
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore