ECONOMIA VERONESE | sabato 16 febbraio 2019 07:16

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | 11 maggio 2012, 17:02

“Verona Folk 2012” Gli appuntamenti dell'8^ edizione, dal 26 giugno al 3 agosto

L'evento è realizzato dall'Assessorato alla Cultura e Identità Veneta della Provincia di Verona, nell'ambito del progetto regionale “RetEventi Cultura Veneto” e si avvale della collaborazione della Fondazione Atlantide - Teatro Stabile di Verona e di Box Office Live per l'organizzazione e la direzione artistica.

“Verona Folk 2012” Gli appuntamenti dell'8^ edizione, dal 26 giugno al 3 agosto

La rassegna di concerti e spettacoli “Verona Folk 2012” promuove, per la sua 8^ edizione, un cartellone di eventi arricchito rispetto lo scorso anno: saranno infatti otto gli appuntamenti musicali previsti per questa edizione, che vedranno protagonisti artisti e personaggi di fama nazionale ed internazionale. Ben quattro saranno, inoltre, gli appuntamenti ad ingresso gratuito  e precisamente quelli di Legnago, San Giovanni Lupatoto, Nogara e Trevenzuolo. La rassegna debutterà martedì 26 giugno al Teatro Romano di Verona con l'esibizione del cantautore e chitarrista Davide Van De Sfroos e proseguirà, fino a venerdì 3 agosto, con il concerto di chiusura del vicentino Luca Bassanese nell'Arena Verde di Trevenzuolo. Gli otto appuntamenti saranno ospitati in diversi paesi della provincia veronese e spazieranno tra differenti  proposte musicali per un pubblico di tutte le età. “Verona Folk 2012”, inoltre, si inserisce anche quest'anno all'interno della rassegna “Provincia in Festival 2012” che racchiude le manifestazioni culturali estive delle provincia di Verona e di cui rappresenta il cartellone di maggior pregio.

Assessore Ambrosini: “Con grande soddisfazione presentiamo l'8^ edizione della rassegna 'Verona Folk', diventata ormai uno dei cartelloni più importanti che compongono la grande kermesse di 'Provincia in Festival'. Anche quest’anno gli artisti protagonisti degli appuntamenti musicali, di fama nazionale ed internazionale, sapranno coniugare sapientemente la caratura artistica e il gradimento del pubblico. È importante sottolineare che ben quattro delle otto date della rassegna sono ad ingresso gratuito, un segnale forte, inviato soprattutto ai più giovani, per dare loro la possibilità di partecipare a concerti di grande qualità e scoprire alcuni dei volti emergenti più interessanti del panorama musicale italiano. Il cartellone dell'edizione 2012, che vede crescere il numero degli appuntamenti, è il risultato dell'accurato lavoro svolto da diversi  soggetti promotori e organizzatori, realizzato ancora una volta in grande sinergia”.

Direttore artistico Verona Folk – Rebonato: “Anche quest'anno il Verona Folk nasce da un intenso lavoro di squadra che ha visto coinvolti  la Fondazione Atlantide, Box Office Live, le amministrazioni dei Comuni coinvolti, la Provincia di Verona e la Regione del Veneto. L'edizione 2012 offre 8 concerti in 8 diverse località di Verona e provincia, di cui 4 gratuiti. Un sensibile miglioramento rispetto alla scorsa edizione che proponeva 6 concerti, di cui solo uno gratuito. La novità riguarda la scelta dei cantanti: sono stati inseriti alcuni artisti emergenti di talento come Erika Mou, gli Ancher e Luca Bassanese che, siamo convinti, riscuoteranno enorme successo. Non mancano i grossi nomi, Arisa in primis. Sono cambiate anche alcune location: i Comuni di Legnago, Povegliano e Trevenzuolo ospiteranno per la prima volta concerti della rassegna”.

Responsabile organizzativo Provincia in Festival – Ghionna: “Provincia in Festival è ormai da anni il contenitore di tutti i maggiori eventi culturali del territorio veronese. Un lavoro che si svolge puntualmente anche per merito del grande supporto della Provincia e dell'assessorato alla Cultura. La scelta di organizzare i concerti in diversi comuni del territorio non è casuale: uno degli obiettivi che ci prefiggiamo, infatti, è anche quello di promuovere le nostre bellezze paesaggistiche. Da qui nasce l'esigenza di cercare ogni anno nuove location e scenari suggestivi per gli spettacoli che, anche quest'anno, si distinguono per l'alta qualità degli artisti.  E' importante sottolineare che il 50% dei concerti è gratuito: un'opportunità per le amministrazioni comunali in difficoltà economiche, che si vedono costrette a tagliare le spese per la cultura”.

.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore